La suggestione Aouar

La suggestione Aouar

Mi sembra doveroso fare due premesse:

  1. non sono un giornalista sportivo (anche se da giovanissimo era una mia aspirazione)
  2. non ho “fonti autorevoli” che mi hanno suggerito la notizia come la stragrande maggioranza degli “esperti di calciomercato” che popolano in web si vantano di avere.

E allora a che titolo parlo? Parlo a titolo del tifoso che segue il calcio e qualcosa, più o meno, crede di capirla (anche perché se parlano Chirico e Padovan, può farlo chiunque). 


Oggi voglio parlarvi di una suggestione e questa suggestione ha un nome ed un cognome: Houssem Aouar
.

Calciatore francesce di origine algerine (come Zidane, ma potrebbe essere solo una coincidenza) nato a Lione il 30 giugno 1998, (anche un altro calciatore francese e juventino nacque a  giugno, ma non vi dico chi è perché non voglio esagerare); centrocampista dell’Olympique Lione e della nazionale francese.

Noi juventini lo abbiamo visto all’opera e lo abbiamo ammirato nel disgraziato quarto di finale di Champion’s League di un anno fa (e ne avremmo fatto volentieri a meno, diciamo).

Il franco-algerino nasce centrocampista di fantasia con una spiccata propensione offensiva, pur non ancora ventitreenne gioca a Lione in prima squadra da sei stagioni e, come è naturale che sia, sta compiendo una evoluzione tattica. Fino a due anni fa aveva il compito di rifinire il gioco d’attacco del Lione partendo dal centrosinistra, muovendosi tra le linee per alimentare le connessioni con il terzino e l’esterno d’attacco (che poi è quello che Pirlo ha cercato di far fare a Ramsey in questa stagione). Nelle ultime due stagioni Rudi Garcia lo ha accentrato per mettere la sua creatività al servizio della squadra ed essere il perno da cui far partire la manovra: in caso di necessità è stato spostato venti metri più avanti, alle spalle di Moussa Dembélé. Di fatto può giocare in un centrocampo a due (in coppia con uno tra Thiago Mendes o Tousart) o nel tridente alle spalle di un’unica punta.

Io non lo so se diventerà un fuoriclasse o solo un Rabiot con i capelli corti, ma so che è un giocatore potenzialmente fantastico, con un sinistro vellutato, indossa la maglia numero 8, è giovane e con un ruolo in cui, oggi, la Juventus è in affanno a causa delle prestazioni altalenanti dei suoi centrocampisti.

Ecco perchè la “suggestione Aouar” si fa sempre più forte.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.