L’ultimo volo del Piccolo Principe

  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:Pop
  • Commenti dell'articolo:0 Commenti
  • 391 Visualizzazioni

𝐀𝐧𝐭𝐨𝐢𝐧𝐞 𝐃𝐞 𝐒𝐚𝐢𝐧𝐭𝐄𝐱𝐮𝐩𝐞́𝐫𝐲 è l’autore de 𝙄𝙡 𝙋𝙞𝙘𝙘𝙤𝙡𝙤 𝙋𝙧𝙞𝙣𝙘𝙞𝙥𝙚 uno dei classici più conosciuti e tradotti di tutti i tempi. Il libro, che racconta dell’amicizia tra un aviatore dall’animo sensibile e un bambino sognatore venuto da un altro pianeta, rivela molti riferimenti autobiografici.

Antoine era infatti un pilota di professione, sensibile all’arte, che aveva conservato la sua parte bambina, ed ebbe realmente un incidente nel deserto del Sahara, nel 1935.

Figlio del conte Jean De Saint-Exupéry, 𝐢𝐬𝐩𝐞𝐭𝐭𝐨𝐫𝐞 𝐝𝐢 𝐚𝐬𝐬𝐢𝐜𝐮𝐫𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐢 (ça va sans dire), morto prematuramente e di Marie Boyer di Fonscolombe, una pittrice, che lo allevò nel castello di Saint-Maurice-de-Rémens.

Nel 1936 è protagonista di un grave incidente mentre cerca di stabilire un record di volo New York-Terra del Fuoco, Nonostante le pesanti ricadute fisiche dell’incidente, si arruola nell’areonautica militare francese nel corso della seconda guerra mondiale.

Il 𝟑𝟏 𝐥𝐮𝐠𝐥𝐢𝐨 𝐝𝐞𝐥 𝟏𝟗𝟒𝟒 il suo aereo viene dato per disperso mentre è impegnato ad attraversare la regione di Grenoble-Annecy. Solo molti anni più tardi, nel 2004, si riuscì a fare luce sulla sua scomparsa: Il relitto del suo velivolo venne localizzato e recuperato in mare nei pressi della costa marsigliese dove precipitò dopo essere stato abbattuto da un caccia tedesco.

A noi piace immaginarlo immortale, sulla sua stella, con la sua Rosa.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.